Carousel, News

Il linguaggio delle distinzioni e il Coaching

Cosa significa questa frase? E cosa c’entra con il Coaching?

Tutto ciò che riusciamo a tradurre effettivamente in linguaggio va a costruire quel mondo mentale di cui ci nutriamo in ogni momento della nostra vita. Quando riusciamo a pensare e a cogliere un’idea tramite il linguaggio, questa si farà spazio tra i nostri pensieri e troverà casa tra le nostre convinzioni, contribuendo a costruire quel sistema di valori, credenze, idee e morale che traccia la direzione verso cui ci muoviamo nelle situazioni di ogni giorno. Cosa c’entra il Coaching con tutto questo? C’entra tantissimo! Il Coach, durante una sessione, utilizza uno strumento molto potente, ossia il linguaggio delle distinzioni. Interviene cioè sulle parole di uso quotidiano del cliente dandone una nuova interpretazione, aiutando pertanto l’altra persona a definire la propria situazione in modo diverso. Questo favorisce un cambio di prospettiva e promuove un cambio di modello di riferimento e un agire diverso.

Ricordiamoci che il linguaggio è generativo, ovvero la parola è azione. Quindi, ogni volta che pronunciamo delle parole, stiamo selezionando le azioni che faremo. In questo senso il linguaggio crea la nostra realtà, la nostra identità, il nostro futuro e il mondo in cui viviamo. Questo ci offre un’interessantissima opportunità di chiederci:

Quali pensieri desidero creare? Come voglio esprimerli?

Se vuoi scoprire di più sul mondo del Coaching contattami, sarò felice di rispondere alle tue domande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *